Le prime forme di pubblicità

StampaEmail

Fonte di ispirazione per la pubblicità Stipel degli anni Venti era quanto veniva fatto all'estero dalle più affermate società telefoniche sorelle. Aziende modello erano quelle del Nord America (statunitensi e canadesi), ma l'attenzione veniva rivolta anche verso vari paesi europei come la Svezia, patria della Ericsson, la Germania, l'Inghilterra, la Francia e la Spagna. Nelle prime inserzioni pubblicitarie la velocità era l'attributo usato con più frequenza sia negli slogan sia nelle rappresentazioni visive. Un'inserzione edita sulla rivista del gruppo elettrico Sip «Sincronizzando…» del 1929 è una evidente sintesi di due pubblicità, una francese e una della Bell Telephone Company of Canada. Evoca fortemente un precedente americano anche la pubblicità della Satis (Società anonima telefonia interna speciale), in cui un telefono illumina un paesaggio urbano immaginario caratterizzato da alti grattaceli. La Satis di Torino era la società del Gruppo Sip che aveva assorbito la precedente Scelta (Società collocamento e locazione telefoni automatici di Milano), e si occupava, oltre che della manutenzione dei telefoni degli abbonati Stipel, dell'installazione di reti con telefoni intercomunicanti, perlopiù rivolte verso la cosiddetta “utenza affari”.

Documenti

  • Anche il telefonare è un'arte

    Nel volantino prodotto dall’Ufficio propaganda e sviluppo della Stipel, come in molti articoli editi sulle riviste aziendali, si spiegano i modi corretti di usare il telefono. L'arte di telefonare implica un esercizio di "chiarezza", "prontezza" e "precisione" nella scelta di poche ma efficaci parole. Lo slogan conclusivo così recita: "Parlare è vivere, parlare vicino, lontano, a uno, a molti è telefonare. Telefonare è vivere cento vite!". (Fondo Andrea Viglongo)

Commenti+ lascia un commento

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Use to create page breaks.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

© 2012 Telecom Italia | Partita IVA: 00488410010