La vita associativa

StampaEmail

La storia di un grande gruppo industriale è una storia complessa che può riguardare le attività più strettamente legate alla business history, i processi di trasformazione e innovazione tecnologica, i progetti di comunicazione esterna e interna, il suo impatto e livello di interazione con le comunità locali e con quella nazionale, i mutamenti nella vita quotidiana degli individui, fino a tutto quel corollario di attività e servizi sociali verso i dipendenti e le loro famiglie che si possono riunire sotto la definizione di welfare aziendale.
E’ all’interno di quest’ultimo ambito che si può collocare la “vita associativa” dei dipendenti, la quale inizia a definirsi per la prima volta nel corso degli anni Venti, quando le società telefoniche Stipel, Telve e Timo erano parte del Gruppo elettrico Sip. In quegli anni infatti nacquero prima il Gruppo sportivo e poi il Dopolavoro aziendale Sip (Das), secondo un progetto di collaborazione tra personale e azienda che si ispirava fortemente all’esperienza dell’industria americana.
Al secondo dopoguerra risalgono, invece, le attività dei Cral (Circolo ricreativo assitenza lavoratori) e quelle delle associazioni dei lavoratori anziani, i Seniores Telecom-Alatel.

Commenti+ lascia un commento

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Use to create page breaks.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

© 2012 Telecom Italia | Partita IVA: 00488410010