1946-1979

StampaEmail

Il periodo fra il secondo dopoguerra e la fine degli anni Settanta fu particolarmente denso di innovazioni, prima fra tutte quella dell’elettronica.
L’invenzione del transistor comportò una svolta rilevante in tutte le filiere del settore telefonico. La sua applicazione come amplificatore condusse a una riduzione sostanziale delle parti costituenti l’apparecchio telefonico; permise di sostituire le pesanti centrali di commutazione elettromeccaniche con quelle elettroniche, contraddistinte anche da alta affidabilità; fu altresì possibile trasmettere segnali radio con ancora maggiore precisione, per le fini capacità di modulazione permesse dal transistor, grazie al quale si arrivò a uno spettro di trasmissione dell’ordine di una decina di MHz.

Documenti

Commenti+ lascia un commento

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Use to create page breaks.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

© 2012 Telecom Italia | Partita IVA: 00488410010