La voce over

StampaEmail

“Acusmatico” è il termine proposto dal compositore e critico cinematografico francese Michel Chion  per definire nel cinema un particolare tipo di rapporto fra suono e immagine. Derivato dal greco, significa suono “che si sente senza vedere la fonte da cui proviene”. Radio, apparecchi musicali e telefono sono, seguendo il suo ragionamento, per definizione dei media acusmatici.  Nel caso del telefono la sua sorgente ultima (ovvero chi riceve una telefonata) può benissimo essere in campo, ma può viceversa essere tenuta fuori campo quella primaria (chi effettua la telefonata). L’espediente è spesso utilizzato nel cinema per rimarcare gerarchie, conferendo maggior autorevolezza alla sorgente primaria, che, come avviene in molti film di gangster o di mafia, impartisce ordini non discutibili. Non mostrare il volto di chi dà gli ordini, potenzia l’efficacia del messaggio.

Commenti+ lascia un commento

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Use to create page breaks.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

© 2012 Telecom Italia | Partita IVA: 00488410010