I numeri di pronta emergenza

StampaEmail

I numeri della “sirena”, con questo titolo nel 1961 la stampa aziendale delle società telefoniche Stipel, Telve e Timo ricordava l’istituzione dei vari numeri telefonici da comporre nelle situazioni di emergenza.
In quegli anni il telefono e il radio-telefono, erano oramai strumenti d’uso comune per Polizia, Carabinieri, Vigli del Fuoco, Croce Rossa e altri enti pubblici come i Vigili Urbani. I cosidetti “numeri della sirena” erano organizzati secondo un’articolazione su base territoriale, ossia variavano a secondo del distretto o settore telefonico di appartenenza. Non esistevano ancora gli odierni numeri di pronta emergenza a livello nazionale.
L’unificazione a livello nazionale di questo tipo di servizi risale alla fine degli anni Sessanta e si sviluppò poi nel corso degli anni Ottanta e Novanta.
 

Documenti

  • I numeri della sirena

    In questo articolo apparso su «Selezionando. Notiziario Stipel, Telve, Timo», n. 9 del 1961, viene presentata la realtà italiana dei numeri di emergenza al servizio dei cittadini. L’ampio corredo di immagini fornisce un esempio delle situazioni e realtà coinvolte nel servizio, dalle centrali operative alla strada.

  • Arrivano i pompieri

    In questo articolo apparso su «Selezionando Sip», n. 4 del 1987, viene presentato il 115, nuovo numero d’emergenza nazionale dei Vigili del Fuoco.

Commenti+ lascia un commento

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Use to create page breaks.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

© 2012 Telecom Italia | Partita IVA: 00488410010