In strada e negli spazi pubblici

StampaEmail

 La prima cabina telefonica di strada
 
La prima cabina telefonica di strada fu installata a Milano in piazza San Babila il 10 febbraio 1952 per iniziativa della concessionaria Stipel. Realizzata dalla ditta Publicab, aveva una struttura in metallo e vetro, una caratteristica che restò pressoché invariata nel corso dei decenni successivi. In precedenza i telefoni pubblici erano quasi esclusivamente installati o nei Posti Telefonici Pubblici (Ptp) o erano ospitati presso generici esercizi pubblici (bar, edicole, ristoranti, ecc.). Fino ai primi anni Settanta l’installazione di cabine all’aperto, solo nelle realtà metropolitane,  proseguì a un ritmo più che moderato.

Documenti

  • L’apparecchio a prepagamento

    Sul numero 5 del 1968, la rivista «Selezionando Sip» dedica un articolo al nuovo apparecchio a prepagamento unificato per traffico urbano e interurbano. Di lì a pochi anni la telefonia pubblica conoscerà un intenso sviluppo con relativa diffusione di cabine stradali, implemento nella produzione dei gettoni telefonici e sperimentazione di nuove forme di pagamento come la scheda telefonica.

Commenti+ lascia un commento

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Use to create page breaks.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

© 2012 Telecom Italia | Partita IVA: 00488410010