Le intercettazioni

StampaEmail

La prima guerra mondiale è stata per molti aspetti la prima guerra moderna dove le tecnologie di comunicazione hanno svolto un ruolo di grande importanza, sia sul fronte di guerra sia sul fronte interno. Nell'Esercito italiano furono impiegati diversi ingegneri e tecnici che svolsero un ruolo strategico di primo piano: intercettare telefonate nemiche e predisporre mezzi adeguati per evitare l'intercettazione delle telefonate della propria armata. In quell’occasione alcuni di questi tecnici inventarono una serie di dispositivi, poi successivamente brevettati, per la rivelazione, l'amplificazione, la commutazione e la perturbazione dei segnali.
Più in generale, intercettare, contro-intercettare e costruire stazioni intercettatrici comportò il coinvolgimento di centinaia di militari e graduati di truppa e decine di ufficiali (elettricisti, guardafili, capi centri, capi stazione e interpreti). La loro formazione avveniva tramite corsi di istruzione organizzati dal servizio l.T. (Intercettazioni telefoniche), istituito presso il Comando delle varie Armate.

Documenti

  • L’organizzazione del servizio I.T. (Intercettazioni telefoniche)

    L’importanza delle intercettazioni telefoniche durante la grande guerra è testimoniata, tra l’altro, da un articolo pubblicato sulla rivista «Telegrafi e telefoni», anno II, n. 1, 1921, dal titolo Il servizio delle intercettazioni telefoniche durante la guerra. Si tratta del testo della conferenza che Aurio Carletti, ufficiale della Seconda Armata, tenne nel novembre 1920, in occasione della riunione annuale dell’Aei-Associazione elettrotecnica italiana. Nello stralcio selezionato qui di seguito viene presentata una dettagliata descrizione su come fosse organizzato il servizio I.T. presso le Armate italiane.

Commenti+ lascia un commento

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Use to create page breaks.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

© 2012 Telecom Italia | Partita IVA: 00488410010