1994 nasce Telecom Italia. Una lunga storia

StampaEmail

Il 27 luglio 1994 fu siglato l’atto di fusione per incorporazione in Sip di Italcable, Telespazio, Sirm, Iritel. Nacque così Telecom Italia che il 18 agosto debuttò in Borsa.
Non si trattò di una decisione improvvisa ma, all’opposto, fu solo una tappa, sia pure importantissima, di un processo, iniziato già nel decennio precedente, che portava alla liberalizzazione e alla privatizzazione nel settore delle comunicazioni, come previsto dalle politiche europee.  Due anni prima, nel 1992, proprio in adesione alla normativa europea che prevedeva la separazione delle funzioni di regolamentazione da quelle operative, era stata soppressa l’Azienda di Stato per i Servizi Telefonici (ASST) e le sue attività operative erano state acquisite da Iritel. Tre anni dopo, il 18 luglio del 1997 il Consiglio dei Ministri emanò il decreto per la definitiva privatizzazione di Telecom Italia (incorporata nella Stet). Nasceva così la prima "public company" italiana, la nuova Telecom Italia Spa, una società per azioni ad azionariato diffuso nella cui storia sono via via confluite molte delle imprese che hanno costruito le telecomunicazioni del nostro Paese.

© 2012 Telecom Italia | Partita IVA: 00488410010