1877-1924

StampaEmail

Di chi fu l'invenzione del telefono? Gli italiani non ebbero dubbi sul fatto che quel merito andava ascritto alla "genialità italica" manifestatasi in Antonio Meucci, ma fu Bell in effetti a intuire per primo che quel nuovo congegno presupponeva una complessa rete di comunicazione.
Ma a chi spettava il compito di costruirla e gestirla? Allo Stato o ai privati? Grande fu l’incertezza della classe dirigente italiana su questo tema. Costanti e unanimi furono invece sempre le proteste contro il malfunzionamento dei telefoni. In trincea le linee del telefono e i soldati a esse addetti furono spesso i protagonisti dei racconti della Grande Guerra, che per tanti fu, oltre che un tempo di atrocità, anche l’occasione per scoprire novità e sperimentare inedite tecnologie.

Documenti

Commenti+ lascia un commento

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Use to create page breaks.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

© 2012 Telecom Italia | Partita IVA: 00488410010