Anni ’70: la crisi e il dialogo con il pubblico

StampaEmail

Negli anni Settanta la società italiana fu attraversata da una crisi profonda sia economica, segnata da un’inflazione galoppante, sia sociale e politica: furono gli anni dei più alti scontri politici e sindacali, insanguinati dalle derive delle violenze e del terrorismo.
Verso la fine del decennio investire in comunicazione, oltre che in tecnologie, fece parte delle strategie messe in atto dalle aziende del settore telefonico per l’uscita dalla crisi.
“Dialogo con il pubblico” fu la parola d’ordine che campeggiava nelle riviste del Gruppo Stet-Sip. Prioritario era conquistare la fiducia del pubblico, spesso polemico nei confronti del funzionamento del servizio e del caro-bollette, informandolo su “capitali, impianti, tecnologia e lavoro”.
La riflessione all’interno dell’azienda si arricchisce con l’articolazione del concetto di marketing sociale e marketing pubblico.
Per “marketing sociale” - come si legge in un articolo pubblicato in «Selezionando Sip 1° zona» (n. 7-9 del 1977) - si fa riferimento all’idea di concepire l’impresa come partecipe alla “costruzione della gerarchia dei valori nell’ambito del sistema stesso del quale deve tenere sempre più conto, anche in considerazione del ruolo che vi svolge”. Con il concetto di “marketing pubblico” si introduce una nuova sfumatura rispetto alle responsabilità sociali dell’Azienda che deve curare interessi generali i cui obiettivi devono essere condivisi e compresi dal cittadino-consumatore.
Con questo spirito viene avviata un’ampia e articolata campagna di comunicazione che prevedeva l’utilizzo dei grandi mass media: la televisione, la radio e la stampa periodica. La headline della principale campagna lanciata nell’autunno 1977 è “Il telefono. La tua voce.”

Documenti

  • Dialogo con il pubblico

    Informare, far discutere e rendere partecipe l’utenza ai problemi del servizio telefonico. Sono questi i punti centrali della nuova campagna di comunicazione Sip. In questo articolo un ampio resoconto della trasmissione tv “Bontà loro” di Maurizio Costanzo (puntanta del 2 gennaio 1978) che ebbe come ospite il direttore generale Sip, Vittorino Dalle Molle. Nel testo sono riportati il dialogo e un prospetto del piano informativo messo a punto dalla società telefonica tra il 1977 e il 1978. Tratto dalla rivista Stet «Cronache dal Gruppo», n. 21, 1978.

  • Conoscersi meglio

    Sulle pagine della Sip telefonica un articolo è dedicato alla presentazione della nuova campagna del gestore telefonico, con particolare attenzione al problema dell’immagine aziendale. Tratto da «Selezionando Sip», n. 7-9, 1977.

Commenti+ lascia un commento

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Use to create page breaks.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

© 2012 Telecom Italia | Partita IVA: 00488410010